Il fascino del Milione

Michael Yamashita, importante fotoreporter americano di origini giapponesi, tra i più noti fotografi che lavorano per National Geographic, è rimasto incantato dalla lettura del “Livre de Marco Polo citoyen de Venis, dit Million, où l’on conte les merveilles du monde”, meglio noto come Il Milione, e ha deciso di ripercorrere, per quanto possibile, lo stesso itinerario del mercante veneziano (in viaggio dal 1271 al 1295), servendosi del suo diario come guida. Marco Polo non fu certo il primo occidentale ad avventurarsi in estremo oriente ma fu il primo a scrivere dei suoi viaggi, descrivendo l’Asia, un mondo allora sconosciuto ma per molti versi più evoluto dell’occidente.

Negli ultimi anni, alcuni studiosi, analizzando il Milione e sottolineandone le omissioni, hanno messo in dubbio la credibilità di Marco Polo. Ora la ricerca di Yamashita tenta e, direi, riesce a fugare simili dubbi, il suo viaggio fotografico, infatti, ha verificato sul campo la fondatezza storica di quanto è annotato minuziosamente nel Milione, così i popoli, le architetture, i paesaggi, le usanze e i costumi che nel XIII secolo che tanto hanno affascinato Marco Polo rivivono oggi nelle immagini fotografiche di Yamashita.

Lo scopo principale del reportage era dare la sensazione di ciò che Marco aveva visto 700 anni fa, ricreare il passato, evocarlo attraverso un’atmosfera, ritrovare immagini che sapessero di XIII secolo, senza le folle, le costruzioni, i mezzi di trasporto di questo secolo. Quattro anni di lavoro sono stati impiegati nella realizzazione di tale progetto il cui risultato è un tesoro di documentazione fotografica che ha permesso la realizzazione di ben tre servizi sul National Geographic, di un libro di grande successo e di una mostra “Marco Polo – Michael Yamashita, un fotografo sulle tracce del passato” ospitata a Palazzo Altemps di Roma nel 2003.

In questi giorni una nuova mostra fotografica rende onore a quel reportage: al MAO – Museo d’Arte Orientale di Torino, dal 19 dicembre 2014 fino al 12 aprile 2015 è infatti visitabile la mostra “Marco Polo. La Via della Seta nelle fotografie di Michael Yamashita” realizzata a cura di Marco Cattaneo con una scelta di 76 foto di grandi dimensioni che permettono di calarsi dentro un mondo senza tempo, in cui due persone lontane più di 700 anni e due epoche diversissime, convivono per miracolo, senza ostacoli, senza manipolazioni.

Informazioni:

MAO – Museo d’Arte Orientale, Palazzo Mazzonis

Via San Domenico 11, 10122 Torino

tel. 011.4436927, fax: 011.4436918, email: mao@fondazionetorinomusei.it

di Giovanna FALASCA

Share
Questa voce è stata pubblicata in Antropologia, Antropologia Mondo, Eventi, Eventi Italia, Storia, Storia Mondo e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.