Lezioni di archeologia

L’archeologia è una disciplina ma anche una forma mentale, un modo di guardare la realtà che assegna forma materiale alla nostra “durata” nel tempo. L’archeologo tenta di ricomporre un puzzle infinito i cui tasselli sono parte del flusso ininterrotto della storia, dalla preistoria alla modernità. Il suo lavoro si fonda, innanzitutto, sull’interpretazione delle fonti materiali e su un approccio di tipo visivo. Per stimolare e sviluppare questa attitudine alla valutazione visuale, il volume si avvale di un ricco apparato illustrativo che accompagna la trattazione sistematica e ragionata di teorie, tecniche e strumenti della disciplina. Daniele Manacorda segue in queste pagine il filo di un lungo ragionamento che si dipana intorno a una “metafora biologica”, aiutando il lettore ad accostarsi alle fonti archeologiche attraverso i concetti di nascita, vita, morte e rinascita. Il libro si sofferma poi sull’approfondimento di tematiche specifiche quali l’archeologia storica, il concetto di “perduto”, il rapporto tra materialità, testualità e oralità, tra originale e copia.

Daniele Manacorda

Laterza Editore, 2008, pp. IX-292, € 30

Share
Questa voce è stata pubblicata in Libri. Contrassegna il permalink.