XIV Settimana della Cultura in Molise

Torna anche quest’anno l’atteso appuntamento con la Settimana della Cultura, dal 14 al 22 aprile: istituti, monumenti ed aree archeologiche statali accesibili gratuitamente con incontri, convegni e mostre da non perdere.
Il Molise si prepara ad offrire a tutti i curiosi ed appassionati di arte e cultura una sette giorni ricca di proposte. Visite guidate, curate dalle soprintendenze molisane, alle aree archeologiche di Sepino e Pietrabbondante ed ai castelli di Gambatesa e Venafro saranno fruibili in diverse giornate e ci sarà spazio anche per le attività didattiche, ad Altilia ad esempio il 20 aprile, a partire dalle 9:00 si terrà un laboratorio di archeologia sperimentale incentrato sulla pittura rupestre e la tessitura, dedicato ai bambini delle scuole elementari. Gli studenti dell’istituto linguistico e tecnico commerciale saranno invece ospitati nelle sale del Museo Sannitico di Campobasso che ha aderito al progetto “Benvenuti al Museo” per formare professionalmente gli studenti.

Ad Isernia, l’aula magna dell’Università del Molise ospiterà il 19 aprile la presentazione del libro curato dal prof.Giovanni Cerchia “Il Molise e la guerra totale”, con interessanti documenti provenienti dall’Archivio di Stato di Isernia sulla Seconda Guerra Mondiale ed i bombardamenti del 1943; a Campobasso, sempre il 19 aprile, la Biblioteca Provinciale Albino presenta una Conferenza su Ada Trombetta ed i suoi fondamentali studi sull’arte molisana, mentre a Gambatesa un altro interessante incontro è programmato per il 22 aprile nelle sale del Castello Capua, con riflessioni e spunti sulla pittura di paesaggio e sulla tutela del paesaggio stesso come testimonianza storica.

Gli appuntamenti da non perdere sono poi sicuramente quelli dedicati alle esposizioni, come quella curata dall’Archivio di Stato di Campobasso, che raccoglie documenti e fotografie degli edifici scolastici di Campobasso negli ultimi 150 anni, o la mostra allestita nelle sale del Convento di Santa Maria delle Monache ad Isernia, intitolata “I tempi del sacro. Testimonianze della religiosità nel Sannio attraverso i secoli” dove una serie di reperti archeologici provenienti dagli scavi di Pietrabbondante o del Santuario di San Pietro in Cantoni, insieme ad opere d’arte ed alle immagini significative dell’architettura religiosa molisana, approfondiranno il rapporto di questa terra con il sacro e le sue manifestazioni, dai culti sannitici, al cristianesimo, fino ad arrivare all’arte barocca.
Imperdibile anche l’inaugurazione della nuova sala espositiva del museo del Paleolitico di Isernia, che proprio il 14 aprile aprirà le porte offrendo ai visitatori un corredo di risorse multimediali che rendano quanto più fruibile il sito ed il museo stesso.

Un palinsesto di offerte ricco ed articolato quindi, per tutti i gusti e gli interessi, ed ancora una volta un modo diverso e sempre nuovo per conoscere il Molise e la sua storia.

Tutti gli orari e le informazioni le trovate su www.molise.beniculturali.it

di Roberta VENDITTO

Questa voce è stata pubblicata in Eventi, Eventi Italia, Eventi Molise e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>