Sensational Umbria

Steve McCurry è una delle voci più rappresentative della fotografia contemporanea, con la pubblicazione di decine di copertine di riviste e libri, oltre una dozzina di pubblicazioni monografiche e innumerevoli mostre realizzate in tutto il mondo.

Nato a Philadelphia, dopo gli studi presso la Pennsylvania State University, inizia a lavorare per un giornale locale come freelance, poi intraprende un lunga serie di viaggi in India, in Pakistan, nell’Afghanistan della guerra dei Mujaheddin di cui McCurry ha documentato le prime immagini del conflitto, poi pubblicate poi in tutto il mondo, rivelando il volto umano di una guerra.

Da allora McCurry ha continuato a realizzare il suo viaggio fotografico nei sei continenti, spaziando dai conflitti alle culture in via di estinzione, dalle antiche tradizioni fino al mondo contemporaneo. Ha ricevuto alcuni dei più prestigiosi premi del settore, tra cui la Robert Capa Gold Medal, il National Press Photographers Award, ed è stato vincitore di quattro primi premi del World Press Photo nello stesso anno, evento senza precedenti.

.

L’Umbria è stato uno dei luoghi italiani che McCurry ha attraversato, amato ed immortalato con la sua fotografia ed ora la Regione lo ringrazia dedicandogli una mostra sul suo stupendo lavoro, intitolata Sensational Umbria”, visitabile a Perugia dal 29 marzo al 5 ottobre 2014 in cui, con un allestimento innovativo, sono esposte fotografie per lo più inedite, provenienti dal suo archivio personale che permettono una lettura suggestiva dell’esperienza millenaria della gente e della terra umbra. Le fotografie di McCurry hanno il dono di comunicare all’osservatore emozioni, realtà e valori che restituiscono le chiavi di lettura dell’identità di un intero territorio. Sette sono i grandi temi-guida http://www.sensationalumbria.eu/itinerari/ che McCurry ha sviluppato nel corso della sua campagna fotografica nella regione  :

Territori d’arte: tra borghi e città (Panicale, Città della Pieve, Orvieto, Todi, Narni, Amelia)

L’uomo in movimento tra natura e paesaggio (Castelluccio, Valnerina e Marmore, Gole del Forello, Lago Trasimeno, Monte Cucco)

I colori e i suoni di feste e festival (Spoleto, Spello, Bevagna, Perugia, Gubbio)

L’eccellenza del fare (Città di Castello, Perugia, Deruta, Massa Martana, Sant’Anatolia di Narco)

La tradizione dei sapori (Lago Trasimeno, Torgiano, Montefalco, Trevi, Norcia)

I sentieri dell’anima (Cascia, Abbazia di San Pietro in Valle, Abbazia di Sassovivo, Assisi, Abbazia di Montelabate)

Tracce di modernità (Terni, Spoleto, Foligno, Perugia, Città di Castello).

.

La mostra è promossa e organizzata dalla Regione Umbria in collaborazione con il Comune di Perugia ed è allestita negli spazi dell’Ex ospedale Fatebenefratelli, una nuova sede espositiva appena recuperata e inaugurata per l’occasione, mentre una parte delle immagini troverà spazio nel Museo di Palazzo Penna, nella Sala delle Lavagne di Beuys.

Sedi espositive:

l’edificio dell’ex ospedale Fatebenefratelli, con ingresso da Piazza San Giovanni di Dio (indicazioni da via del Circo)

e il Palazzo della Penna – Centro di Cultura Contemporanea, via Podiani 11

Orari di apertura dal 29 marzo al 5 ottobre 2014:

martedì, mercoledì, giovedì, venerdì, domenica: 10.30 – 19.00

sabato e prefestivi 10.30 – 23.00

chiuso lunedì non festivo

Ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura

Aperture straordinarie in occasione di ponti e festività

È possibile prenotare l’apertura straordinaria per visite riservate.

.

Informazioni:

http://www.sensationalumbria.eu/mostra/

call center: 199 151 123

.

di Giovanna FALASCA

Share
Questa voce è stata pubblicata in Antropologia, Antropologia Italia, Arte, Arte Italia, Eventi, Eventi Italia e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.