“Stati d’animo”. La conturbante bellezza dell’animo umano in mostra a Ferrara

hashish o fumatrici d'oppio di Previati

Hashish o fumatrici d’oppio di Previati

“Stati d’animo. Arte e psiche tra Previati a Boccioni” è il suggestivo titolo della mostra recentemente inaugurata presso il Palazzo dei Diamanti di Ferrara.

Una sapiente selezione di opere di alcuni tra i più originali artisti della scena italiana di fine Ottocento e inizio Novecento tra divisionismo, simbolismo e futurismo per raccontare i turbamenti di un’epoca. Artisti come Gaetano Previati, Giovanni Segantini, Giuseppe Pellizza da Volpedo, Angelo Morbelli, Medardo Rosso, Giacomo Balla, Giorgio de Chirico, Umberto Boccioni e Carlo Carrà riuniti in un suggestivo racconto in dialogo costante con la scena europea e con il dibattito scientifico e culturale del tempo.

Ricordo di un dolore di Pellizza da Volpedo

Ricordo di un dolore di Pellizza da Volpedo

Uno spaccato di un’epoca in cui si sperimenta l’esplorazione delle più intime pieghe dell’animo umano, animata dall’immaginario scientifico e culturale dell’epoca, con tutte le sue contraddizioni: misticismo, esoterismo, sessualità, psicoanalisi. Gli artisti – straordinari interpreti delle pulsioni, delle paure, dei tormenti di fine secolo – traspongono su tela (ma anche plasmando la materia, perlopiù gesso nel caso di Medardo Rosso) la ricerca di un’introspezione psicologica e la resa degli stati d’animo.

Un tormento interiore, un bisogno di indagare l’animo umano, di spostare l’attenzione sull’io e dunque di sperimentare nuove forme espressive di rara e sconcertante bellezza. Turbamento dell’animo umano da placare, le cui risposte possono essere molteplici: la via del misticismo e dell’esoterismo, la sperimentazione dello stato di alterazione della coscienza con il ricorso all’oppio, la liberazione dai freni inibitori della sessualità, la psicoanalisi, ma anche il rifugio nei nobili sentimenti di empatia e affetto familiare, nella maternità, nell’amore idealizzato e romantico, fino ai sentimenti di armonia universale.

Le diverse sezioni della mostra ben rappresentano tutte queste anime, o meglio, gli stati d’animo. Più che di stati d’animo, a seguito della visione della mostra, viene da pensare a moti d’animo, termine che meglio rappresenta quel moto interiore, quel turbamento, quel sentimento di irrequietezza che, per l’appunto, non è statico, ma mutevole, cangiante; quel sentimento di ricerca interiore, che deve misurarsi con la sconcertante complessità e contraddittorietà dell’animo umano.

Bambina malata di Munch

Bambina malata di Munch

Il percorso espositivo, che presenta il pregio della contestualizzazione, di essere ben inserito nel contesto socio-culturale e scientifico del quale è diretta espressione, è tuttavia costituito da opere che potremmo definire ‘universali’, nelle quali si annullano i confini spaziali e temporali: tutte le opere, sebbene figlie del loro tempo ed espressione di quello specifico e ristretto spaccato storico e culturale, sembrano collocarsi fuori dal tempo, sospese in un’atmosfera rarefatta, sfuggevole, impalpabile, cangiante, che si perde nei vorticosi filamenti del colore delle tele di Previati, in un’atmosfera, per l’appunto, senza tempo.

Una mostra da non perdere. Una di quelle poche mostre in cui l’audioguida, seppur non fondamentale per la visita, risulta davvero ben fatta e concepita, perfettamente bilanciata in termini di contenuti, piacevole da ascoltare. Un bel racconto, raccontato da una voce gradevole e misurata, che accompagna con levità fino all’ultima sala che ospita Stati d’animo di Boccioni. Un congedo al visitatore in cui non si può non ravvisare l’eco potente delle esperienze precedenti.

Stati d’animo. Arte e psiche tra Previati a Boccioni. Ferrara, Palazzo dei Diamanti. 3 marzo – 10 giugno 2018

Mostra a cura di Chiara Vorrasi, Fernando Mazzocca e Maria Grazia Messina. Organizzata dalla Fondazione Ferrara Arte e dalle Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea di Ferrara

http://www.palazzodiamanti.it/1614

Testo di Brunella MUTTILLO

Fotografie di Giuseppe LEMBO

Questa voce è stata pubblicata in Arte, Arte Italia, Eventi, Eventi Italia e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *