“Sicilia Archeologica” torna alle stampe

Il 30 novembre scorso è stata presentata a Trapani la nuova edizione della rivista “Sicilia Archeologica”, storica testata nata negli anni ’60 per impulso dell’Ente Provinciale del Turismo di Trapani e diretta sin dagli esordi da Vincenzo Tusa (Mistretta 1920 – Palermo 2009). A guidare l’iniziativa editoriale, promossa dall’Associazione P.A.M. (Prima Archeologia del Mediterraneo”), è Sebastiano Tusa, figlio di Vincenzo e Soprintendente per i Beni Culturali e Ambientali di Trapani, il quale, in linea con lo spirito originario della direzione paterna, fondato sulla divulgazione delle scoperte archeologiche siciliane, si è detto orgoglioso della rinascita del periodico, che è il più antico del settore in Sicilia. La rivista, nei suoi auspici, darà occasione «ai giovani di esprimere le proprie idee. Sarà, inoltre, una palestra per l’incontro-scontro dei vari filoni di pensiero. Contiamo di ricevere il supporto di moltissimi studiosi e delle loro scoperte che altrimenti sarebbero disperse in altre riviste italiane». La rivista, che era ferma al n° 104, anno XXXIX, del 2006, è oggi in distribuzione con il suo fascicolo n° 105; edita a Roma dall’“Erma di Bretschneider”, ha periodicità semestrale, è spedita in abbonamento e sarà anche diffusa on-line.

di Ettore RUFO

Share
Questa voce è stata pubblicata in Archeologia Italia, Eventi, Eventi Italia, Libri e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.