Il bestiario fantastico di età Orientalizzante nella penisola italiana

La British school at Rome e la rivista “Aristonothos. Scritti sul Mediterraneo antico” organizzano per il 13 gennaio 2014 un convegno sull’origine e diffusione in Italia dei repertori iconografici animalistici del periodo Orientalizzante.

La British School at Rome, fondata a Roma nel 1901, è un centro di ricerca di eccellenza nell’area del Mediterraneo che sostiene il dialogo interdisciplinare tra gli studi umanistici, delle scienze sociali e delle arti. Il modo innovativo in cui vengono promosse le attività di ricerca crea un ambiente di lavoro stimolante e fa della British School at Rome un centro accademico di alto profilo, luogo di raccordo con il cuore intellettuale e culturale di Roma e dell’Italia.

La rivista Aristonothos si occupa di celebrare il mare Mediterraneo e contribuire a sviluppare studi su temi tecnologici, epigrafici ed iconografici, connessi con l’immaginario che il cratere firmato dal famoso vasaio e pittore greco Aristonothos ancora oggi evoca. Deposto nella tomba di un etrusco, quel vaso raccontava di storie e relazioni fra culture diverse che si svolgevano nel mare Mediterraneo e sulle terre che univa e unisce. Intitolare oggi una rivista a lui vuol dire tentare di continuare la ricerca dei legami tra i popoli mediterranei.

Il convegno intitolato “Il bestiario fantastico di età orientalizzante nella penisola italiana” sarà l’occasione per presentare la pubblicazione dei diversi studi storico-archeologici, artistici, antropologici frutto di un lavoro in collaborazione tra più ricercatori di diverse università e soprintendenze italiane ed europee sui temi delle particolari iconografie vascolari.

La penisola italiana durante il VII sec. a.C. era pienamente inserita in un ricco circuito di contatti, scambi e commerci a livello mediterraneo che stavano portando ad una radicale trasformazione culturale di ampi settori dell’Italia preromana, uno degli aspetti forse più evidenti e facilmente percepibili è l’evoluzione nelle produzioni artigianali etrusche e italiche, in particolare la comparsa di un interessante e variegato complesso iconografico animalistico, un bestiario fantastico, che affondava le sue radici in ambito greco e medio-orientale la cui sopravvivenza ben oltre il VII secolo a.C. fu garantita dalle differenti riletture locali che spesso rielaborarono liberamente i modelli stranieri, dando vita a figurazioni parzialmente o del tutto nuove.

Il volume che inaugura i Quaderni della serie Aristonothos, è pubblicato per i tipi delle Edizioni Tangram – Trento. Visitare il sito: http://www.edizioni-tangram.it/libri/categoria/59/Storia

.

Informazioni:

The British school at Rome – Sainsbury Lecture Theatre

Via Antonio Gramsci 61 – 00197 Roma

Tel. 06 – 3264939 Fax. 06 – 3221201

mcristinabiella@gmail.com

.

di Giovanna FALASCA

Share
Questa voce è stata pubblicata in Antropologia, Antropologia Mondo, Archeologia, Archeologia Mondo, Eventi, Eventi Italia, Storia, Storia Mondo e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.