Pesche dal Medioevo al Settecento: apogeo e oblio di un castrum benedettino

da francovalente.it

Per chi fosse interessato ad approfondire la conoscenza del territorio molisano ed in particolare delle vicende storiche della meravigliosa Pesche, il piccolo e suggestivo centro abitato a pochi chilometri da Isernia, consigliamo vivamente il convegno dal titolo “Pesche dal Medioevo al Settecento: apogeo e oblio di un castrum benedettino”, che avrà luogo questo pomeriggio alle ore 17.30 presso la Sala della Costituzione della Provincia di Campobasso.

Giovanna Greco, architetto e archeologa molisana, ci accompagnerà con passione tra le pagine di una storia poco nota al grande pubblico, ricostruita sulla base di uno studio accurato ed approfondito dei documenti archivistici unito ad una mirabile analisi delle strutture architettoniche.

La contiguità territoriale con Isernia di fatto relega Pesche ad un ruolo marginale, come terra di confine apparentemente non dotata di identità propria; in realtà a tale vicinanza fisica non corrisponde una comunanza storica che, invece, ha profonde radici in un diverso ambito territoriale. La storia di Pesche difatti si intreccia indissolubilmente alle vicende storiche delle abbazie di San Vincenzo al Volturno e di Montecassino, di cui asseconda le alterne sorti” (G. Greco, ArcheoMolise n.7, anno III).

Interverranno Isabella Astorri, presidente della SIPBC Molise (Società Italiana per la Protezione dei Beni Culturali) e Stefano D’Amico, soprintendente per i Beni Architettonici del Molise.

di Brunella MUTTILLO

Share
Questa voce è stata pubblicata in Archeologia, Archeologia Molise, Eventi, Eventi Molise e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.