Il teatro romano di Cádiz come il vaso di Pandora

“In archeologia, molte volte troviamo cose che non ci aspettiamo”. Il ricercatore Darío Bernal, della Universidad de Cádiz, riassume con questa frase le sorprese che sta apportando lo scavo archeologico del Teatro Romano di Cádiz. Dopo aver messo in luce nuove gradinate e identificato l’esatto periodo di funzionamento dell’edificio, considerato il secondo più grande al mondo, i lavori hanno permesso di scoprire resti non conosciuti del passato medievale della capitale gaditana. Ci sono resti di strutture, che si presumono essere abitazioni, e pozzi dove sono stati scoperti resti animali. “Quando verranno analizzati capiremo cosa mangiavano in questa epoca”. Lo scavo, finanziato dalla Consejería de Cultura, si è composto di tre sondaggi. Il primo è quello che ha svelato le novità archeologiche perché ha permesso di registrare in 9 metri di profondità le differenti occupazioni dell’edificio, come l’esistenza di un quartiere di epoca taifa, spazi domestici almohadi e pozzi del XVII secolo. Il secondo sondaggio ha messo in luce una cisterna del XVIII secolo. Il terzo ha permesso di dimostrare che l’abbandono della funzione scenica del teatro avvenne tra il I e il II secolo d.C. Benché questa prima fase degli scavi stia per finire, rimane ancora molto lavoro. Sono stati estratti circa 500 sacchi di materiali con migliaia di ceramiche e frammenti di colonne. La maggioranza dei reperti sono di epoca più tardiva alla romana ma sono state rinvenute colonne fabbricate con onice africano ed un cornicione di marmo bianco che indicano la magnificenza dell’edificio. Gli archeologi sono entusiasti perché questo studio permetterà di spiegare meglio il funzionamento del teatro ed anche le occupazioni successive all’età romana.  Darío Bernal temina con una metafora: “Stiamo aprendo il nostro vaso di Pandora”

di Giuseppe LEMBO

Questa voce è stata pubblicata in Archeologia, Archeologia Mondo, Eventi e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Il teatro romano di Cádiz come il vaso di Pandora

  1. Brunella scrive:

    Bene

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>