L’archeologia in Molise raccontata dai protagonisti

27Un numero speciale quello con cui ArcheoMolise dà il benvenuto al 2017. Un numero dedicato all’archeologia molisana, raccontato da una prospettiva inedita, affidando il racconto agli stessi protagonisti, ovvero agli archeologi che da un cinquantennio a questa parte si occupano dello scavo dei più importanti siti archeologici della regione, dal paleolitico fino al medioevo: le ben note aree archeologiche di Isernia La Pineta, Pietrabbondante, Saepinum, San Vincenzo a Volturno, ma anche il castello di Gerione e le ricerche archeologiche nella valle del Biferno e sull’età del Bronzo a Oratino e Monteroduni.

ArcheoMolise, la rivista che dal 2009 si dedica alla divulgazione del patrimonio culturale molisano, si cimenta con questa ambiziosa impresa, riuscendo a riunire – per la prima volta – le testimonianze di coloro che hanno dedicato parte della propria vita allo studio di questo territorio, contribuendo a diffonderne la conoscenza in ambito non solo locale ma anche nazionale e internazionale.

Non una “classica” narrazione di impostazione scientifica bensì un racconto più complesso, poliedrico, nel quale nozioni specialistiche ben si fondono anche a considerazioni e riflessioni di natura più squisitamente personale, considerando e valutando non solo i risultati delle ricerche svolte in Molise ma anche la personalissima relazione instaurata con il territorio.

La redazione di ArcheoMolise vi invita a supportare il progetto editoriale, partecipando al crowdfunding al seguente link: http://kapipal.com/projects/archeomolise/

I fondi ricevuti saranno destinati alla continuazione dell’attività editoriale e all’ampliamento delle attività scientifico-divulgative.

Questa voce è stata pubblicata in Archeologia, Archeologia Molise, Eventi, Eventi Molise e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *